Home > Comunicazioni, Uncategorized > Per chi lavora troppo!

Per chi lavora troppo!

CATENA DI MONTAGGIO UFFICIO MINIERA

Le sette cattive abitudini di chi lavora troppo

I suggerimenti di George Griffin, professore di medicina interna

Sette consigli per sopravvivere al troppo lavoro, per non lasciarsi dalle scadenze e dal ritmo frenetico di una terribile e piena giornata piena di impegni. Direttamente dagli States la lista di George Griffin, professore di medicina interna, con i suggerimenti per mantenere i nervi salvi.

– Ricordare che se un po’ di stress mantiene alti i livelli di adrenalina e di motivazione, troppo può provocare seri problemi di salute: dal mal di testa a problemi cardiovascolari, da tensione muscolare a disturbi del sonno fino a problemi anche più seri.

– Chi lavora troppo spesso non ha tempo per preoccuparsi della propria alimentazione e mangia quello che capita con una dieta del tutto sbilanciata.

– La terza cattiva abitudine identificata da Griffin è rinunciare alle indispensabili sette-otto ore di sonno per lavorare.

– Vita sedentaria: non si ha tempo per l’attività fisica, eppure 30 minuti di camminata al giorno sarebbero già un gran risultato.

– Un’altra pessima abitudine è di recarsi al lavoro anche quando si è malati: oltre ad aggravare le proprie condizioni di salute, oltre ad essere meno produttivi, ci si trasforma anche in un portatore ambulante di germi indesiderati.

– Sembra che chi lavora troppo beva anche troppo, con conseguenze problematiche, e che non si sottoponga ai necessari controlli medici di routine.

– Attenzione il tempo e l’attenzione che non vengono dedicate alle persone amate e vicine. Se non si curano le amicizie e le relazioni, i rapporti finiscono per incrinarsi e rovinarsi; a questo punto non solo si perde tanto della vita, ma si rischia anche di trovarsi improvvisamente soli.

Fonte: Affariitaliani
3 novembre 2008

Sò che non vi riguarda, ma l’ho ritenuto interessante e abbastanza inconsueto da inserirlo nel blog; e… come dice il nostro latinista “orat et laborat”… 

 

antpoma

 

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. 5 febbraio 2012 alle 17:32

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: